Quanto costa diventare pilota?

A tutti piace volare sull’aereo, ma diventare un pilota professionista richiede un sacco di studio. Se non vi piace studiare, volare non fa per voi. Vi sono manuali per piloti volo che sono adatti per il principiante e che contribuiscono ad imparare le basi insegnate anche in un corso a terra.

Essere un pilota di linea può essere uno dei migliori posti di lavoro di tutto il mondo. Il primo anno gli stipendi vanno da 25.000 a più di 50.000 euro all’anno. I piloti che hanno lavorato per una società per 10 anni potrebbero avere guadagni annuali vicino a 300.000 euro. Un pilota potrebbe lavorare solo 8 giorni in un mese. I piloti di linea non hanno mai a del lavoro “a casa”; il loro lavoro è sempre finito quando lasciano l’aereo. Inoltre, hanno viaggi gratuiti e tariffe ridotte negli hotel.

Sebbene la maggior parte dei piloti di linea di oggi vengano dall’Aeronautica Militare, questa non è l’unica strada. Infatti, guadagnandosi una reputazione volando e acquisendo esperienza attraverso lezioni private e successivamente lavorando come pilota per piccole imprese, è possibile ottenere l’esperienza necessaria per poi diventare pilota di un grande vettore. Tuttavia, se il vostro obiettivo è quello di volare per una compagnia aerea, si dovrebbe considerare il percorso militare.

Le compagnie aeree che effettuano voli di linea, infatti, continuano a preferire l’esperienza dei piloti militari. Sia che si scelga il percorso militare o quello civile, si dovrebbe prima imparare a volare privatamente. Questo inizio vi aiuterà nella scuola di volo militare, se si sceglie questa strada, quindi non perdetevi nel prendere lezioni: andate all’aeroporto e iniziate!

Il costo più grande non sono le lezioni a terra ma quelle di volo: 35 ore possono costare finanche 6.000 euro. Conseguire una licenza di pilota privato non sportivo con un istruttore e un aereo noleggiato, ipotizzando che l’aereo costi 120 euro/ora (includendo olio e carburante), e un istruttore 40 euro/ora, non è una spesa insostenibile: potete calcolarla da soli, se volete diventare un pilota del genere, tenendo conto del numero minimo di ore richiesto per fare l’esame.

Chi non passa per la carriera militare, non ha quasi nessuna possibilità di diventare un pilota di linea, a meno che il padre non possieda la società o qualcosa del genere. Questo perché per assicurare un pilota con un’esperienza di volo ridotta costa esponenzialmente più. Così le compagnie vogliono assumere piloti con migliaia di ore di volo alle spalle. Un modo per ottenerle senza passare per la trafila dell’Aeronautica Militare è quello di diventare un istruttore di volo civile.

Un inconveniente è l’alto costo del diventare qualificati per essere un pilota. Un pilota o deve passare attraverso l’Aeronautica, che è un impegno di vari anni per l’addestramento dei piloti, o deve pagare per questa stessa formazione. Oltre al bisogno di un diploma di laurea (in qualsiasi materia), un pilota ha bisogno di un sacco di formazione intensiva nel settore dell’aviazione. Ciò è costoso, soprattutto se si considera che non è detto che poi trovi una compagnia aerea.

Un pilota, inoltre, deve essere anche in buone condizioni fisiche. I piloti hanno bisogno di passare un esame fisico periodicamente. Un pilota potrebbe perdere il lavoro se viene scoperto un problema di salute. Inoltre, i piloti sono soggetti a regolari test di droga e alcool. Se avete mai avuto un problema con la droga o l’alcol è necessario scegliere una professione diversa. Inoltre, viene controllato il vostro record di guida viene esaminato, e le eventuali condanne sono causa di non idoneità.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *